chiesa di Domo

Giugno 2017

 Leggi e scarica

il Notiziario del mese

Trovi anche tutti i Notiziari

dal 1988 ad oggi

Sezione Ragazzi

Web sicuro

 Calendario 2017

Famiglia al centro

Agenda Diocesana 2016-17

 

chiesa di Porto


SPUNTI DA UN'OMELIA DI GESU'


Quel giorno, nel viaggio verso Cafarnao l'evangelista Marco ci riferisce che Gesù parlava con i suoi discepoli: "Istruiva infatti i suoi discepoli e diceva loro: "Il Figlio dell'uomo sta per esser consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno; ma una volta ucciso, dopo tre giorni, risusciterà".
Proponeva loro lo stile di vita per crescere come discepoli, ma: " Essi non comprendevano queste parole e avevano timore di chiedergli spiegazioni.
(Mc 9,31-33)
A Gesù non era sfuggita questa "lontananza" nell'accogliere la sua proposta di vita tanto che, continua l'evangelista, quando giunsero a Cafarnao ed entrarono in casa, chiese loro: "Di che cosa stavate discutendo lungo la via?". Ed essi tacevano. Per la via infatti avevano discusso tra loro chi fosse il più grande.
L'evangelista fa tranquillamente emergere la dissonanza tra il progetto di Gesù e le attese dei suoi discepoli.
Per loro infatti, per la logica mondana dell'importanza dell'uno rispetto agli altri, (un'abitudine che non cessa mai di intossicare le relazioni tra le persone anche nell'oggi dei discepoli), molto probabilmente l'idea della responsabilità del "servire" finiva con il disprezzare lo stesso servire perché lo faceva diventare presunzione sul prossimo: "chi era il più grande" dando per scontata la logica del "comando".
Ma Gesù, capito l'errore dei suoi "sedutosi, chiamò i Dodici e disse loro: "Se uno vuol essere il primo, sia l'ultimo di tutti e il servo di tutti". E, preso un bambino, lo pose in mezzo e abbracciandolo disse loro:
"Chi accoglie uno di questi bambini nel mio nome, accoglie me; chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato".
Spesse volte Gesù, nei suoi "incontri" con la gente e con i suoi discepoli, ha testimoniato il suo messaggio d'amore "mettendo al centro" i "piccoli".
La regola di Gesù è quindi accolta e vissuta dando accoglienza a chi è "più piccolo", a chi ha bisogno di essere amato perché da solo non ce la farebbe a vivere. Lo sanno benissimo le mamme e i papà che amano i loro piccoli.
Così Papa Francesco sprona le Comunità cristiane ad essere come ospedali da campo, dove si fa il possibile per accogliere e offrire aiuto a chiunque è bisognoso.
Mi piace, per concludere,far mia questa frase di un autore del quale non ricordo il nome, ma che è rimasta impressa nel mio cuore:
"Accogliere, è il verbo che genera il mondo come Dio lo sogna. Il nostro mondo avrà un futuro buono quando l'accoglienza, tema bruciante oggi su tutti i confini d'Europa, sarà il nome nuovo della civiltà.

don Erve


Appuntamenti


S. Cresima a Domo

domenica 4 giugno, ore 11

clicca qui


Oratorio estivo 2017

per informazioni, iscrizione, regolamento: clicca qui


Prima Comunione a Domo

domenica 21 maggio ore 11

guarda alcune foto della celebrazione


Mese di Maggio comunitario

la devozione alla Madonna - clicca qui

le Sante Quarantore - clicca qui


Alcune foto significative della Domenica delle Palme 2017 a Domo

clicca qui!


Piccole grandi idee e sussidi per leggere la Parola di Dio

18 marzo 2017 - Il Libro dell'Apocalisse

il fascicolo distribuito al termine dell'incontro: clicca qui Apocalisse



Novità inserite nel sito, aggiornamenti...

2017

29 maggio, il notiziario di Giugno 2017

29 maggio, le tre sere "La tenda della Parola"

29 maggio, tutto sull'Oratorio estivo

29 maggio, la nuova scheda storica dai nostri archivi

29 maggio, la nuova puntata dell'itinerario biblico

29 maggio, la nuova rubrica sulla Cucina dei Santi

28 aprile, la devozione del Mese di Maggio

28 aprile, le Sante Quarantore

30 marzo, l'incontro Lettori del 18 marzo: Gruppo Lettori

24 febbraio, gli appuntamenti del Gruppo Famiglie della Valtravaglia

30 gennaio, le nuove pagine dedicate ai parroci di Porto e di Domo (vai al menu di sinistra) aggiornate periodicamente

2016

28 dicembre, il calendario annuale 2017 "Famiglia al centro"

28 dicembre, le foto dei presepi del 2016, anno 29°

31 ottobre, il resoconto della Visita Pastorale del card. Scola a Luino

31 ottobre, le pagine aggiornate dei GRUPPI (famiglie, preadolescenti, chierichetti)

1 gennaio, il restauro del Battistero di Domo

 


Se desiderate ricevere sulla vostra casella mail il Notiziario Mensile potete richiederlo scrivendo a

info@parrocchiaportodomo.it

 

"Il nostro impegno di portare il Signore
nelle Case di tutti non cessa mai!"

Cari Amici e Amiche, vi preghiamo di segnalare - a Don Hervé, al diacono Luca, alla Signora Iva (per Porto), al Signor Ezio (per Domo) - le persone malate, anziane o comunque con problemi di mobilità che desiderano ricevere la Comunione nella loro abitazione.
Noi contatteremo gli interessati o i loro familiari concordando le modalità in dettaglio.

…E non dimenticate di segnalarci anche coloro che sono ricoverati in ospedale o alle case di riposo!

Grazie per la vostra collaborazione!

per non dimenticare...

Come molti avranno notato, stiamo raccogliendo e pubblicando sul sito web della nostra Unità Pastorale fotografie e ricordi dei parroci e dei sacerdoti di Porto e di Domo, per conservarne la memoria e riproporre la loro figura al ricordo di tutti.

E' iniziata anche la pubblicazione di articoli di carattere storico relativi a Porto e a Domo.

Vi chiediamo la disponibilità a prestarci eventuali foto, immaginette, ritagli di giornale, testi, ricordi, in vostro possesso, che fotograferemo e prontamente vi restituiremo. Il materiale ricevuto sarà pubblicato sul sito web o utilizzato per eventuali attività culturali delle nostre parrocchie.

Grazie a tutti per la collaborazione!


CONTRIBUTI E OFFERTE PER RESTAURI E LAVORI

Chi volesse contribuire alle spese per i lavori eseguiti o in programma può farlo tramite bonifico bancario su uno dei seguenti conti della parrocchia:

PARROCCHIA DI PORTO
IBAN IT56 D033 5901 6001 0000 0122 758
causale: ....

PARROCCHIA DI DOMO
IBAN IT82 X033 5901 6001 0000 0122 760
causale: ...

Le offerte per le sole opere di restauro autorizzate dalla Soprintendenza sono deducibili dalle tasse richiedendo l'apposita attestazione in Parrocchia.