chiesa di Domo

Luglio 2017

 Leggi e scarica

il Notiziario del mese

Trovi anche tutti i Notiziari

dal 1988 ad oggi

Sezione Ragazzi

Web sicuro

 Calendario 2017

Famiglia al centro

Agenda Diocesana 2017-2018

 

chiesa di Porto


Mario Delpini nuovo arcivescovo di Milano

per saperne di più sul nuovo Arcivescovo, clicca qui!

 


IO SONO IL PANE DISCESO DAL CIELO

Questa testimonianza di Gesù, incastonata nel discorso nella sinagoga di Cafarnao, ci permettere di comprendere a quale intimità il Signore ci dona di vivere aiutandoci così a riscoprire il primato di ogni persona nel disegno d'amore totale di Dio. Gesù, da sempre, aveva mostrato, con tutta la sua vita, ai suoi discepoli il "volto" misericordioso di Dio chiedendo di lasciarsi guidare dalla sua presenza viva e operante nelle comunità cristiane chiamate a seguirlo a servizio di tutti.
La solennità del Corpus Domini né è una testimonianza ancora attuale con la quale continuiamo ad accoglierlo con vigore soprattutto ora nelle terribili umiliazioni che tanti fratelli e sorelle subiscono in tantissime situazioni di vita nel mondo. Violenze di guerra, di egoismi che generano tradimenti della dignità di ogni persona lasciando spazio all'individualismo emancipato a scapito della solidarietà che valorizza la vita del mondo. L'irresponsabilità nella cura del bene del prossimo ci pone quotidianamente dentro scenari di sofferenze inumane. Dalla Croce Gesù però ha mostrato l'unica via che salva: vivere come per-dono. Egli consacra questa scelta con cui chiede al Padre il per-dono di coloro che, uccidendo, non sanno veramente quello che fanno cioè che possano ri-scoprire la loro dignità autentica: vivere come DONO. Questa vera realtà di vita è davanti ai nostri "occhi" grazie a una folla immensa di mamme e padri che non solo danno la vita, ma si donano pienamente perché questa vita arrivi a "compimento".
Gesù, che personalmente ha vissuto nelle scelte di violenza contro di lui, non ha mai avvallato la violenza, ma ha sempre mostrato la via perché non sia mai la violenza (o il buonismo) a gestire le relazioni.
Di fronte alle atrocità di cui, quasi in tempo reale, siamo messi crudamente al corrente o peggio anche coinvolti, Gesù indica ancora oggi la strada della testimonianza del "dono" contro ogni atrocità. Ed è la strada che attinge al "diritto inalienabile" ad essere persone e che per questo riconosce sempre il valore dell'altro agendo perché si vivano scelte: personali, comunitarie, mondiali che impediscano di umiliare la propria vita e la vita degli altri con la violenza come via di risoluzione dei possibili "conflitti".
E' la strada umana della vita nella quale Gesù ci rende "capaci di esserci" per vivere la nostra quotidiana testimonianza al fine di lavorare, con tutte le nostre forze, per il diritto della dignità di ogni persona.
Nella richiesta di per-dono, compiuta da Gesù sulla croce del Calvario, la bestialità delle cattiverie umane non è stata avvolta dal perdonismo benpensante, tutt'altro, ma dalla necessità di vivere come testimoni del valore di ogni persona soprattutto quando questa è "drammaticamente smarrita" e non agisce più secondo la sua umanità e si lascia condurre dagli egoismi che la narcotizzano in un crescendo disastroso di cieca vanità. Qui e sempre dobbiamo essere testimoni della nostra piena umanità senza lasciare spiragli agli egoismi o alle paure che soffiano nei nostri cuori.
La perdita della propria umanità a volte è un processo non sempre violento, ma avviene anche quando ci si lascia sedurre dal calcolo solo individuale nelle relazioni o da relazioni chiuse sul proprio mondo. Non vedo più l'altro, ma solo i miei amici o gli antagonisti.
La festa "del Corpo e Sangue di Cristo" possa sempre sostenerci per "farci vivere come comunità in uscita" per essere, nella nostra scelta quotidiana di vita, dei testimoni della dignità di ogni persona. don Erve


don Giuseppe Fonsato (donGi)

parroco di Castelveccana è ritornato, oggi 26 luglio, alla Casa del Padre.

Per un suo ricordo, clicca qui


Appuntamenti


 

il nuovissimo "Campetto polivalente"

dell'Oratorio di Domo e dedicato a don Walter Casola

E' stato ultimato il nuovo campetto polivalente dell'Oratorio di Domo. E' già utilizzato dall'inizio dell'oratorio feriale ed è stato inaugurato in occasione della Festa di Domo con la dedica a don Walter Casola. Un particolare ringraziamento al progettista, alle ditte che hanno collaborato fornendo gratuitamente materiali e mano d'opera, alle ditte che hanno eseguito i diversi lavori. Grazie anche a tutti coloro che, sensibili alla necessità di offrire una nuova opportunità ai nostri ragazzi e giovani, hanno offerto il proprio contributo. Non tutto è stato pagato e la Festa di Domo e poi quella di Porto sono l'occasione per dare ancora un aiuto. Grazie a tutti!


Oratorio estivo 2017

per informazioni, iscrizione, regolamento: clicca qui



Novità inserite nel sito, aggiornamenti...

2017

25 luglio, la nuova Agenda Diocesana da luglio 2017 a luglio 2018 (da home page)

25 giugno, il notiziario di Luglio 2017

29 maggio, le tre sere "La tenda della Parola"

29 maggio, tutto sull'Oratorio estivo

19 giugno, il ricordo per Mons. Gianpaolo Ferrario

19 giugno, la nuova scheda storica dai nostri archivi

29 maggio, la nuova puntata dell'itinerario biblico

19 giugno, la nuova rubrica sulla Cucina dei Santi

30 marzo, l'incontro Lettori del 18 marzo: Gruppo Lettori

24 febbraio, gli appuntamenti del Gruppo Famiglie della Valtravaglia

30 gennaio, le nuove pagine dedicate ai parroci di Porto e di Domo (vai al menu di sinistra) aggiornate periodicamente

2016

28 dicembre, il calendario annuale 2017 "Famiglia al centro"

28 dicembre, le foto dei presepi del 2016, anno 29°

31 ottobre, il resoconto della Visita Pastorale del card. Scola a Luino

31 ottobre, le pagine aggiornate dei GRUPPI (famiglie, preadolescenti, chierichetti)

1 gennaio, il restauro del Battistero di Domo

 


Se desiderate ricevere sulla vostra casella mail il Notiziario Mensile o volete essere aggiornati sulle attività dell'Unità Pastorale, potete richiederlo scrivendo a

info@parrocchiaportodomo.it

 

"Il nostro impegno di portare il Signore
nelle Case di tutti non cessa mai!"

Cari Amici e Amiche, vi preghiamo di segnalare - a Don Hervé, al diacono Luca, alla Signora Iva (per Porto), al Signor Ezio (per Domo) - le persone malate, anziane o comunque con problemi di mobilità che desiderano ricevere la Comunione nella loro abitazione.
Noi contatteremo gli interessati o i loro familiari concordando le modalità in dettaglio.

…E non dimenticate di segnalarci anche coloro che sono ricoverati in ospedale o alle case di riposo!

Grazie per la vostra collaborazione!

per non dimenticare...

Come molti avranno notato, stiamo raccogliendo e pubblicando sul sito web della nostra Unità Pastorale fotografie e ricordi dei parroci e dei sacerdoti di Porto e di Domo, per conservarne la memoria e riproporre la loro figura al ricordo di tutti.

E' iniziata anche la pubblicazione di articoli di carattere storico relativi a Porto e a Domo.

Vi chiediamo la disponibilità a prestarci eventuali foto, immaginette, ritagli di giornale, testi, ricordi, in vostro possesso, che fotograferemo e prontamente vi restituiremo. Il materiale ricevuto sarà pubblicato sul sito web o utilizzato per eventuali attività culturali delle nostre parrocchie.

Grazie a tutti per la collaborazione!


CONTRIBUTI E OFFERTE PER RESTAURI E LAVORI

Chi volesse contribuire alle spese per i lavori eseguiti o in programma può farlo tramite bonifico bancario su uno dei seguenti conti della parrocchia:

PARROCCHIA DI PORTO
IBAN IT56 D033 5901 6001 0000 0122 758
causale: ....

PARROCCHIA DI DOMO
IBAN IT82 X033 5901 6001 0000 0122 760
causale: ...

Le offerte per le sole opere di restauro autorizzate dalla Soprintendenza sono deducibili dalle tasse richiedendo l'apposita attestazione in Parrocchia.