La Prima Comunione di nostro figlio

 

E' un'occasione per tutti, genitori e figli, per ripensare all'Eucaristia ed alla Messa domenicale, luogo e momento "eucaristico" della comunità.

 

Preparate in famiglia la via al Signore

Se tutti condividete la preparazione spirituale di vostro figlio alla Messa di Prima Comunione …
Se in questi giorni, qualche volta, vi riunite per la preghiera familiare, per la lettura del Vangelo …
Se non ostacolate con l'indifferenza l'entusiasmo di vostro figlio e non disturbate con eccessivi preparativi materiali la sua attesa religiosa …

… i nostri ragazzi celebreranno per la prima volta l'Eucaristia con la fede che hanno attinto dai genitori, fede che avranno insegnato non a parole, ma con il loro esempio.

 

Il Signore bussa alla vostra porta
Voi genitori avete desiderato che il vostro bambino diventasse figlio di Dio per mezzo del Battesimo: ora Gesù bussa alla vostra porta e vi dice:
Voglio incontrarmi con vostro figlio perché, nutrendosi con il mio Corpo, cresca nell'amore verso il Padre e i fratelli;
entro nella vostra casa per unirvi in una comunità di amore, di fede, in attesa di radunarvi attorno al Padre nel cielo;
rimango nella vostra famiglia per condividere con voi la fatica, la gioia e la sofferenza di ogni giorno.

La messa di Prima Comunione
E' nella celebrazione eucaristica che si realizza il nostro incontro sacramentale con il Signore risorto e con l'assemblea dei fedeli. Educhiamo in famiglia i nostri figli alla celebrazione della Messa:
· ad avere un atteggiamento di lode e di ringraziamento;
· a cogliere il senso dell'assemblea che si riunisce nell'amore dello Spirito Santo per celebrare la Pasqua del Signore nella preghiera, col canto, nella gioia;
· ad ascoltare la Parola di Dio che annuncia i misteri della salvezza;
· a donare noi stessi e la nostra fatica che, sotto i segni del pane e del vino diventano Corpo e Sangue del Signore, alimento della nostra vita di battezzati.


Credo in mio figlio

 

E' con gli uomini che Dio opera le sue meraviglie, compreso vostro figlio.

E' Lui che garantisce la presenza dell'eternità già a partire da queste nostre modeste giornate terrene.

Le traversie della vita potrebbero portare questo vostro ragazzo verso approdi malsani, ma, fin d'ora, giurate di non deludervi mai di vostro figlio, qualsiasi cosa gli capiti nella vita.

Nessuna influenza negativa esterna potrà essere più grande dell'influenza positiva che la comunione con Dio ha esercitato in lui, una volta per tutte.

La speranza cristiana è una ragionevole previsione del futuro, basata su Dio che ha preso l'iniziativa e, nei sacramenti, ha solidarizzato con noi.

Quando, nell'ultimo giorno, Dio si farà incontro ad un uomo magari carico e stanco di peccati, non potrà dimenticare quella mattina di maggio in cui, da bambino, gli si era abbandonato nelle mani.